Pellegrinaggio a piedi all'Eremo di Sant'Arcangelo

Nel sinodo romano del 596-601 fine VI° secolo viene più volte menzionato il nome del vescovo Agnello (cfr B. Amante,R. Bianchi citazione da memoria storica e statutarie del ducato di Fondi,a pag. 286) i quali scrivono “..pare che a questo tempo venisse dai longobardi il culto dai Santi da loro prediletti San Michele e San Giovanni Battista, tanto nelle terre soggette che in quelle estranee al loro dominio. Sorsero chiese dedicate a questi Santi, in Terracina, Acquaviva, Lenola, Itri , Vallecorsa..”. Altro documento che attesta il culto micaelico nello stesso periodo viene illustrato dal Conte Colino in “Storia di Fondi”(pag.105- 106) “ …così pure in onore dell’Arcangelo Michele fu eretta una chiesa con monastero, sul monte a sinistra di Campolongo,ai cui piedi nasce una sorgente abbondantissima di fresche e limpide acque detta fontana di Sant’Arcangelo. Anche in Itri e Vallecorsa ed altri paesi circonvicini S. Michele ha i suoi templi ed altari….”

 

Il sito ritrovato dell’Eremo di Sant’Arcangelo attesta il Culto Micaelico in Vallecorsa tra il V° e VI° secolo, come ci viene illustrato dal Conte Colino in “Storie di Fondi” (cfr pag. 105-106) “….anche in Vallecorsa San Michele ha i Suoi Templi ed Altari”..........

 

http://www.laportella.net/

 

 

Il 12 settembre 2010, una delegazione del Comitato, insieme ad alcuni fedeli, si sono avviati in pellegrinaggio a piedi verso l'Eremo di Sant'Arcangelo:

 



Azione Cattolica Italiana
 Cerca un Santo
In classifica
siti internet